7 KPI Fondamentali per un’azienda di successoIndicatori chiavi di performance, cosa sono e perché sono fondamentali per la tua azienda. Fare business senza KPI è un’impresa ardua e certamente non efficiente.

KPI-Fondamentali-Business

In questo articolo vi sveleremo i 7 KPI fondamentali per un’azienda di successo.

Fare business senza KPI è un’impresa ardua e certamente non efficiente. I KPI sono delle metriche di performance. Sono un metro di paragone tra ciò che siamo e ciò che vogliamo essere. Ci permettono di sapere con certezza se stiamo andando bene, se possiamo andare meglio, se siamo nella rotta prefissata. KPI sta per Key Performance Indicator e sono metriche che valutano il successo della tua impresa in modo semplice e chiaro.

01 – Flusso e acquisizione nuovi lead

Quanti lead ricevi all’anno? Quanti ogni trimestre? Al mese?
Ci sono fluttuazioni insolite? Da cosa dipendono?
Ecco alcune domande alla quale rispondere anche tramite la metrica (KPI) di Lead Acquisition. Monitorare il flusso dei nuovi lead è fondamentale, specie per analizzare l’andamento delle campagne su eventuali nuovi prodotti.

Come misurare la KPI per l’acquisizione di nuovi lead?
Tramite i dati presenti sul CRM (Customer Relation Management).

02 – Qualità dei Lead

Dopo il monitoraggio della nostra Lead Generation ci concentriamo sulla qualità di quei lead. Vogliamo sapere se i lead generati sono propensi alla conversione e quanto lo sono. Il KPI della qualità dei Lead è detto Lead Score

Come misurare il KPI Lead Score? 

Questo KPI necessita di un’organizzazione a punteggio basata sui diversi dati, sulla base dei quali costruire un Lead Score che sia in linea con gli obiettivi della tua azienda. Tra questi troviamo:

  • Potere d’acquisto dell’azienda
  • Comportamento degli utenti e azioni intraprese sul tuo sito
  • Qualsiasi dettaglio il cliente abbia fornito al tuo team delle vendite o al supporto

Interessante la Guida “Lead Generation” per principianti che offre gratuitamente HubSpot

03 – KPI del Reparto Sales

Le metriche relative alla vendita ci segnalano in modo immediato l’andamento e la crescita della nostra impresa. E’ molto importante capire quali sono quelle adatte alla nostra azienda. Ecco le metriche revenue più usate: 

  • Monthly Recurring Revenue (MRR, ovvero “entrate mensili ricorrenti”)  
  • Annual Recurring Revenue (ARR, ovvero “entrate annuali ricorrenti”)  

Come misurare i KPI del reparto sales?
Confronta le entrate con le uscite e monitora i profitti netti a scadenze regolari. 

04 – SOV – Share Of Voice

Nella vostra fetta di mercato, qual è il peso specifico della vostra impresa? Quanto è visibile il vostro brand? A queste domande risponde il KPI SOV.

Come misurare il KPI SOV? 

Per farlo dobbiamo monitorare più dati multicanale, fra i quali:

  • Traffico organico
    Visibilità all’interno delle SERP (Search Engine Results Page)
  • Traffico a pagamento
    Quota di Impression
  • Traffico organico dai social media
    Menzioni del brand a confronto con quelle dei tuoi concorrenti

05 – Metriche relative alla Brand Awareness

Quando pensi ad una bibita gassata, a quale pensi? 
Molto probabilmente ad una Coca-Cola. Questo è un semplice esempio descrittivo di cos’è la Brand Awareness. 

Misura la Brand Awareness della tua azienda, attraverso:

  • La Rilevanza
    Il tuo brand è il primo che viene in mente alle persone quando pensano al tuo settore?
  • Il Posizionamento
    Sei ben posizionato e i clienti riescono a trovarti con facilità?

Come misurare la KPI relativa alla brand Awareness?
Ricerche di mercato, sondaggi, interviste e analisi dei micro-dati.

06 – CLV – Customer Lifetime Value

Quanto ricavo avrai da quel dato cliente? Che valore economico ha per la tua azienda?
La CLV è una metrica (KPI) che ci permette di ipotizzare il valore medio economico di un cliente.

Come misurare il CLV – Customer Lifetime Value?
Questa è la formula base per calcolare il CLV:
Valore medio dell’ordine (AOV) X Frequenza media di acquisti annui X Durata media del tempo in cui il cliente rimane tale.

Vuol dire che Mario, nostro cliente, acquista in media sei volte all’anno, con un valore medio di acquisto pari a 100 Euro per ogni ordine. Mario ci è fedele da cinque anni. Quindi, il nostro CLV è pari a: 100 x 6 x 5 = 3.000 €.

Come aumentare il KPI CLV?
Prova a lavorare sulla Customer Retention, il tempo di fedeltà medio, o sulla Frequenza di acquisto. Ottimizzando anche solo una delle variabili, otterrai risultati tangibili sulla tua CLV.

07 – Net Promoter Score (NPS)

IL KPI per eccellenza. Il NPS è una metrica che indica il livello di soddisfazione del nostro consumer, basandosi sulla probabilità che consigli il nostro servizio a qualcun altro

Come misurare il NPS?
Attraverso un sondaggio.
Chiediamo ai nostri consumatori di dirci se sono soddisfatti del servizio che offriamo, ma soprattutto se lo consiglierebbero ad un loro amico. Possono rispondere tramite una scala valore che va da 1 a 10. Chi è soddisfatto in una scala da 1 a 6 è considerato un Detrattore. Chi vota 7 o 8 è considerato Neutro. Chi vota 9 o 10 è un Promotore.

Il KPI NPS si calcola sottraendo la percentuale di detrattori alla percentuale di promotori. Può variare da ‑100 a 100, e qualsiasi valore superiore a zero indica che hai più promotori che detrattori. 

Scopri perché i KPI sono fondamentali per la crescita del tuo business

Abbiamo scelto per voi le metriche più funzionali per ottimizzare una strategia di business che miri al medio-lungo termine. Una strategia ti permette di guidare il tuo percorso, avere le redini del successo.

Saper scegliere i KPI adatti alla propria impresa è fondamentale, ma non è facile. Scopri qui come trovare la strada per il futuro della tua impresa scegliendo L’Unica Metrica Che Conta (OMTM).

Leggi anche: KPI Aziendali – Definizione, Significato ed Esempi

Condividi

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook

Contenuti che potrebbero interessarti

Giovanni Cinquegrana - Piano Strategico

Pronto a scoprire come possiamo far crescere il tuo fatturato?

Più Traffico, Più Contatti, Più Clienti.