Riduci i rischi dei cyber attacchi: quota 5 al giorno nel 2019

Affidati a chi realizza siti web per mestiere

Nel corso degli anni il numero di webmaster ha raggiunto cifre davvero importanti ma quanti di essi sono veri professionisti? Con lo sviluppo delle piattaforme CMS, i processi di creazione di siti web sono stati semplificati e sono molte le persone che, solo per aver utilizzate questi sistemi, si fregiano del titolo di webmaster senza avere una reale formazione in materia.
La formazione continua è l’elemento distintivo tra un webmaster professionista ed uno dilettante. Tenersi costantemente aggiornati e partecipare a corsi di formazione ed approfondimento sull’evoluzione dei linguaggi, delle tecniche SEO, Web marketing ed altre sono skill fondamentali per garantire una professionalità competitivamente valida. Tutto ciò acquista maggiore importanza nell’ambito della sicurezza informatica.
Per ridurre il rischio di subire cyber attacchi, è indispensabile affidarsi sempre ad un professionista in grado di garantirvi un sito immune da questi, o quantomeno protetto nel miglior modo dai cyber attacchi. Molto spesso non si pensa agli attacchi di tipo informatico come a qualcosa di serio. In realtà, mentre negli anni scorsi la loro diffusione risultava relativamente contenuta, nel 2019 se ne rischiano almeno 5 al giorno. E’ evidente che questo rappresenta un serio problema.

Proteggere il proprio sito grazie agli esperti

Già il 2018 viene ricordato come un anno decisamente nero in termini di sicurezza informatica. Secondo il rapporto del Clusit, Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, gli attacchi sono aumentati in maniera vertiginosa raggiungendo quota 129 nel 2018 rispetto agli 88 al mese del 2017. I motivi di questa impennata vanno ricercati nelle maggiori chances che gli hackers hanno di riuscire ad impossessarsi dei dati sensibili (grazie allo sviluppo di nuove tecnologie) per poi rivenderli alle numerose società interessate a questo tipo di informazioni. Un’altro fattore che alimenta la crescita di queste pratiche truffaldine è rappresentato dallo sviluppo del mercato delle criptovalute. Infatti, riuscire ad appropriarsi di dati ed informazioni, potrebbe essere vantaggioso per i malintenzionati interessati a scambiare questo tipo di valuta. Il numero di pirati informatici è in continua crescita così come il livello di preparazione che permette loro di elaborare piani sempre più efficaci e dalle conseguenze sicuramente più gravi rispetto a quelle degli anni scorsi. E’ evidente che la sicurezza informatica debba essere presa in considerazione in modo serio utilizzando strategie di difesa adeguate e messe in opera da esperti, solo così si potrà contare sulla massima protezione possibile.

Cyber attacco, cosa fare

I furti di informazioni del cyber spionaggio sono una pratica preoccupante così come il cybercrime che negli ultimi anni è cresciuto del 43% circa. Subire un attacco, significa non solo perdere contenuti e presenza di un sito ma mettere a rischio il mercato e talvolta anche l’esistenza stessa di un’azienda. Per evitare che tali nefaste circostanze possano verificarsi, si può ricorrere all’implementazione di numerose tecniche a protezione di un sito. Tra i sistemi più utilizzati per forzare i siti internet troviamo la Brute-force attack che consiste nel forzare l’ingresso lato amministratore inviando un grande numero di password in poche ore con la speranza di indovinare quella corretta. Gli attacchi malware rappresentano un’altra importante minaccia che, a differenza di altri attacchi hacker, infettano senza scrivere codici sul disco del server e, sfruttandone le vulnerabilità, riescono a rubare informazioni e dati sensibili. Attualmente si sta assistendo ad un aumento vertiginoso di attacchi condotti con questo tipo di tecnica e indirizzati specialmente contro grandi aziende e istituzioni finanziarie. La facilità dei fileless di integrarsi con altri tipi di attacchi hacker fa temere che presto potrebbero trasformarsi nella peggiore minaccia della rete. Tra le altre tecniche utilizzate da criminali informatici e black hat hackers troviamo quella che si basa sulla creazione di false chatbots all’interno dei siti legittimi allo scopo di spingere gli ignari visitatori a scaricare files infetti, condividere dati personali e cliccare su link malevoli. E’ fondamentale prima di realizzare un sito internet informarsi sui potenziali pericoli e sulle soluzioni che la sicurezza informatica è in grado di fornire, la scelta migliore resta sempre quella di chiedere la consulenza di un professionista.

 

Ottieni Subito Visibilità e Ottieni Nuovi Clienti
Progettiamo e Sviluppiamo per te Attività Digitali di Successo
Chiama +39 0621127851